Bilancio previsionale 2021

La Giunta del Comune di Bergamo ha approvato il bilancio previsionale 2021: c’è voluto molto lavoro all’Amministrazione per redigere il documento di indirizzo dell’attività di quest’anno per via della situazione di emergenza e delle incognite legate all’andamento della pandemia, ma entro la fine del mese di aprile il Consiglio Comunale sarà chiamato a votare la previsione delle spese e delle entrate del municipio entro i termini di legge.

Dopo le difficoltà del 2020, risolte grazie a oltre 20milioni di aiuti da parte del Governo, i conti tornano anche nel 2021, anche se sarà necessario monitorare la situazione del bilancio lungo tutto l’arco dell’anno in corso, viste le incertezze determinate dalla situazione Covid-19.

Le previsioni di bilancio 2021 sono state formulate sullipotesi e l’auspicio che, grazie alla campagna vaccinale in corso e alle manovre del nuovo Governo, la crisi sanitaria possa essere superata nei prossimi mesi e che ciò consenta, già dalla seconda metà dell’anno, una ripresa economica e il superamento dello scenario di discontinuità che ha caratterizzato il 2020 e questa prima parte del 2021.

 I principali elementi di rilievo

2021, ancora previsti aiuti dal Governo

Grande importanza avranno i trasferimenti dallo Stato per colmare le minori entrate e gli effetti della pandemia sulla situazione delle città quest’anno. Come avvenuto nel 2020, si prevedono maggiori spese connesse agli effetti delle importanti misure del Governo per il sostegno dei bilanci comunali. Palazzo Chigi ha già stanziato 450mln€ con la legge di bilancio, 1 miliardo € nel decreto sostegni 2021, così come sono stati stanziati 165mln€ per il ristoro della COSAP e 250mln€ per l’imposta di soggiorno, tutti da ripartire tra gli 8.000 Comuni italiani.

Allo stato attuale, però, non è noto quale possa essere il complessivo impatto sul bilancio 2021 della città: gli uffici stimano circa 960mila€ per il solo ristoro del mancato gettito COSAP e dell’imposta di soggiorno, ma la previsione a bilancio si mantiene prudente, rimandando valutazioni lungo l’arco del 2021.

Il Comune registra comunque un incremento della quota del Fondo di Solidarietà Comunale (+0,7milioni rispetto all’anno scorso) e la sostanziale conferma delle entrate extra tributarie. Si azzerano i proventi degli utili da SACBO e ATB, si registra un lento recupero del valore delle azioni di A2A, i cui dividendi hanno garantito 2,1 milioni di euro nello scorso anno. La ripartenza della città si accompagna a una previsione di crescita delle sanzioni del codice della strada.

Revisione dei servizi per rispondere ai nuovi bisogni derivanti dall’emergenza sanitaria e favorire la ripartenza

Bergamo ha mantenuto, nonostante la situazione difficile, i servizi ai cittadini e nel 2021 prevede un incremento della spesa a favore della cittadinanza: parliamo, ad esempio, della sanificazione di spazi e parchi pubblici per garantirne la fruizione, ma anche più fondi per la sicurezza e la Polizia Locale, per la mobilità sostenibile (ad es. il progetto BUS&Bike), per i servizi educativi e per la redazione del nuovo Piano di Governo del Territorio.

Spese correnti previste per il 2021

Nuove assunzioni nel 2021

Il Comune prevede molte assunzioni nel corso dell’anno 2021: 1,2 milioni di spesa in più rispetto all’anno precedente (un totale di 35 milioni di euro di spesa nell’anno per il personale) che stanno a significare l’investimento sul capitale umano da parte dell’Amministrazione, con una particolare attenzione all’area amministrativa, ai servizi educativi e sociali, alla sicurezza, con nuovi, ulteriori agenti di Polizia Locale in arrivo.

Il grande sforzo del Comune nel mantenimento dei servizi e, anzi, nel cercare di incrementarli conduce a una situazione di disavanzo sulla parte corrente, che viene azzerato grazie all’utilizzo del 57% degli oneri di urbanizzazione previsti per l’anno 2021, ben 11 milioni complessivamente (provenienti da Segherie Beretta, Parco Ovest 1 e 2, AT Federici, Chorus Life, Ex Canossiane, ecc.).

Equilibri di entrate e spese correnti

Più investimenti per far ripartire la città

Il Comune di Bergamo prevede, poi, di accompagnare e favorire la ripartenza con uno sforzo importante per quel che riguarda i nuovi investimenti e mette benzina nel motore della città con ben 69milioni di investimenti, di cui 52,04 milioni di opere del Piano Opere Pubbliche 2021 e 14milioni per la realizzazione della T2 della Val Brembana.

Al finanziamento delle opere concorre la restante parte degli oneri di urbanizzazione, contributi da altri enti e da alienazioni, immobiliari e mobiliari (con l’Amministrazione che pensa di ricorrere alla vendita di azioni A2A), e accensione di nuovi mutui. Il Comune cercherà di cogliere le opportunità di bandi nazionali, regionali o europei (ad es. PINQUA per 22mln € e SPAZI_ARE per 15 mln€) per acquisire finanziamenti a fondo perduto che vadano a sostituire le attuali previsioni di ricorso alla leva finanziaria o alienazione di beni dell’ente.

Per centrare questo ambizioso obiettivo, il Comune sarà chiamato a intercettare fondi e stanziamenti da bandi regionali, nazionali ed europei, oltre a dover monitorare costantemente il grado di realizzazione del piano delle alienazioni per valutare, in corrispondenza della crisi economica in corso e della depressione del trend azionario, opportunità e tempi di vendita dei valori mobiliari in parallelo con i piani di attuazione e i tempi del ciclo degli investimenti.

“Vorrei ringraziare innanzitutto gli uffici finanziari, che hanno davvero svolto un grande lavoro nella costruzione del bilancio 2021, in particolare la dott.ssa Elena Pasini e i suoi collaboratori. Le linee contenute nel documento di programmazione finanziaria di quest’anno fotografano le incognite di questo periodo di emergenza pandemica, ma anche la fiducia nei confronti delle manovre del nuovo governo e del piano vaccinale, ipotizzando una ripresa della situazione economica e delle attività nella seconda attività del 2021. Fra 30 giorni il documento verrà votato in aula: le sedute per la discussione e l’approvazione sono già state fissate per il 26, 27 e 28 aprile.”

Sergio Gandi –  Vicesindaco

I Bilanci di previsione 2015-2021

Guarda i Bilanci per conoscere nel dettaglio investimenti, finanziamenti e spese del Comune di Bergamo anno per anno:

Menu Title